sabato 29 marzo 2008

"si ricomincia"

Eccomi qui sulla pista del campo sportivo a riscaldarmi per poter affrontare la prova dei 7 minuti (prova che potra consentire ad Orlando di stilare un scheda);faccio 20 minuti di riscaldamento e sembra che tutto fili lisci;nessun dolore,avverto un fastidioso pizzicore alla pianta del piede destro,molto probabilmente le scarpe che uso non saranno quelle giuste:vedremo;ho anche il mio nuovo cardio della polar 320 (più sono sofistica e più non ci si capisce niente).Il tempo tiene,non piove ma c'è parecchio vento che per metà del giro è fastidioso perchè è contrario....via, faccio i primi 100mt in 25" (forse troppo per la condizione che ho),finisco i 400mt in 1'46" (faccio due calcoli veloci.. sto ad un ritmo di 4'25 al km.. mi dico di rallentare) allegerisco la falcata..sembro un'orso affamato.. chiudo il km a 4'48;e la prova si conclude con la distanza percorsa di 1450mt (molto fiacca); bene. compilo il questionario:"nome cognome".... "peso" (ahia).. "test dei 7minuti"...."quali sono i tuoi principali obiettivi".... etc..etc e invio l'email a Orlando.
Ecco in breve la sua risposta:"In seguito al lungo periodo di inattività l’efficienza di alcuni meccanismi fisiologici, come avrai potuto constatare con le prime sedute, è ovviamente calata. E’ quindi necessario orientare la preparazione per ritrovare la massima efficienza.
L'obiettivo tecnico principale per ora è di migliorare resistenza aerobica. Questa qualità tecnica rappresenta il primo gradino dell'allenamento perché consente, per mezzo di allenamenti di bassa intensità, di migliorare le componenti fisiologiche di base. Mi riferisco al miglioramento dell'efficienza respiratoria, della capacità del cuore di pompare sangue, all'aumento dei capillari che portano ossigeno ai muscoli, alla maggior efficienza da parte dei muscoli ad utilizzare gli acidi grassi come fonte energetica. Sviluppando al meglio questi sistemi, in un secondo periodo (preparazione specifica) l'organismo sarà in grado di sopportare meglio le sedute specifiche per migliorare le componenti fisiologiche che consentono di raggiungere un maggior livello di rendimento.
Per sviluppare la resistenza aerobica (o di base) le sedute specifiche sono quelle di bassa intensità; quanto più a lungo sei in grado di correre, tanto maggiori saranno i vantaggi fisiologici che riscontrerai a livello dei sistemi fisiologici di base.
Tuttavia, in qualche momento può essere per te difficile correre tanto a lungo anche se a ritmo facile, ma per ampliare al meglio il sistema aerobico, ti suggerisco, pur di arrivare a correre tanto, di inserire delle micro pause.
Ti suggerisco inoltre di correre su percorsi pianeggianti per evitare il precoce affaticamento dovuto alle salite, ma quando la tua efficienza sarà migliore di quella attuale, potrai correre su saliscendi, utili per aumentare la qualificazione dell'allenamento."

orlando

Bene domenica si inizia questa la scheda della "Prima" settimana:

Domenica: LL 12km 6'10/6'20 F.C. 125
Lunedì CLR 8 km 6'10/6'20 F.C. 125
Martedi Riposo
Mercoledì CL 10 km 6'00/6'10 F.C. 130
Giovedì Riposo
Venerdì CL 10 km 6'00/6'10 F.C. 130
Sabato Riposo
Domenica LL 14 km 6'10/6,20 F.C. 120

Che qualcuno mi aiuti

2 commenti:

Master Runners ha detto...

Dai Ciccio, non te stà sempre a lamentà!
Oggi ti sei fatto circa 7km a 5,30 e stavi un pò affannato, altri due mesi così e torni subito a fare le 10000 a 4,30.
Al posto di Pizzolato ti avrei dato subito un bel lungo di 20km domenica ;)

uscuru ha detto...

TO' BECCATOOO !!!!!